Quando e come candidarsi ad un annuncio di lavoro sul web

Quando e come candidarsi ad un annuncio di lavoro sul web

L’errore più comune che fanno tutti è inviare un unico curriculum in risposta a qualsiasi tipo di annuncio di lavoro nella speranza che qualcuno li contatti e gli offra un lavoro. È come se per partecipare ad un matrimonio, ad un compleanno o ad un funerale si decidesse di usare lo stesso abito. Ogni situazione richiede un determinato dress code. Ancora, si rischia di risultare un tantino bizzarri se ci si presenta con il costume da bagno in una riunione di lavoro. Lo stesso vale per candidarsi ad un annuncio di lavoro. Per comprendere qual è il modo migliore per farlo bisogna sottolineare che la proposta economica non è l’unico elemento che deve interessarti. Anche se non sei alla ricerca del lavoro dei tuoi “sogni”, devi ugualmente essere attratto ad intraprendere una certa carriera invece di un’ altra per qualche ragione. Candidarsi ad un annuncio di lavoro esclusivamente per finalità lucrative non è la scelta più consigliabile. La maggior parte degli esseri umani trascorre molto tempo a lavorare: risulta difficile ricoprire un ruolo a lungo se ci si annoia o se non ci si sente abbastanza coinvolti. L’istinto di sopravvivenza, che ogni tanto si fa vivo, ci salverebbe da questa circostanza prima (si spera) di incappare in depressione o stati di malessere collegati. Trovare una professione che possa soddisfare è importante anche a livello salutistico: non si può fare a meno di considerare questo aspetto.

Allora, cosa fare per candidarsi ad un annuncio di lavoro?

Per prima cosa immagina di essere un recruiter: cosa vorresti leggere? È questa la prima domanda che devi porti.

Realizza che devi consultare numerose candidature, leggere infinite pagine ed assumerti la responsabilità delle scelte che compi. Adesso non ci serve spingerci nella psiche dei reclutatori ma questa piccola digressione vuole esserti d’aiuto per inquadrare meglio la situazione. Il primo passaggio consiste, appunto, nel conoscere bene l’azienda, quindi ricercarla su internet analizzando i servizi che offre e la vision. È doveroso entrare nella sua percezione, comprendere le sue ambizioni e far leva sullo spirito imprenditoriale che la guida nelle scelte quotidiane. Non devono esserci limiti alcuni allo studio dell’azienda per la quale si ambisce lavorare.

Da qui in poi, come risultato dell’analisi di cui sopra, occorre apportare delle modifiche al proprio curriculum conformi al tipo di lavoro e di filosofia aziendale per la quale ci si sta candidando. Ad esempio, se stai applicando per lavorare in Nike è poco produttivo lasciare le esperienze professionali non in linea con i requisiti necessari per la posizione attuale. Se invece aggiungi affermazioni particolarmente care all’ala della dea greca della vittoria indubbiamente impreziosisci la tua presentazione.

Ma non devi soltanto studiare l’azienda e modellare il tuo curriculum. Può sembrare scontato ma è importante anche leggere bene la descrizione del lavoro nell’annuncio perchè spesso, quando ci sentiamo stanchi o pigri, evitiamo di soffermarci sui dettagli, facendo una lettura per sommi capi. Questo atteggiamento non solo ti farà perdere tempo perchè la candidatura potrebbe essere facilmente cestinata, ma ti assorbirà energie e pazienza utili per altri annunci.

È nostro compito, in questa sede, abolire la credenza comune di dover inviare tante candidature per trovare lavoro. Occorre privilegiare difatti la qualità alla quantità.

Che altro fare per aumentare le possibilità di successo?

Allegare sempre una lettera di presentazione al curriculum dà una marcia in più. Quasi nessuno lo fa. La lettera di presentazione è la tua carta vincente e può davvero essere presa in considerazione – a patto che rispetti i parametri ineluttabili di originalità e anticonvenzionalità.
Cerca di essere leggermente provocatorio ma senza mai perdere di vista il contesto formale. Immagina di essere tu stesso l’imprenditore e scrivi ciò che vorresti che un candidato ti dicesse.

Evidenzia la tua determinazione e la sicurezza personale (anche se non ti senti tale) con frasi carismatiche:

“Sono certo di poter apportare un contributo sostanziale alla vostra azienda”

“Sono la persona che fa al caso vostro”

“Credo in ciò che faccio, concedetemi la possibilità di incontrarci”

“Sono disponibile da subito, anche da ieri”

Poniti senza mai perdere di vista il tuo obiettivo. Prendila come una sfida in cui ne esci vincitore o perdente. Non è più solo “il lavoro”, è il “tuo lavoro” e devi conquistarlo attraverso un atteggiamento proattivo che amiamo definire “corteggiamento professionale”. Guardati intorno, sii curioso, studia cosa succede nell’ambiente che ti circonda, cogli i cambiamenti e sii pioniere. Pensa fuori dagli schemi.

Inizia subito a mettere in pratica i suggerimenti che ti abbiamo fornito. Consulta gli annunci di lavoro sul nostro sito www.inhrgroup.it e conquista il Tuo Mestiere!